bottaro_world_map.png

Venezia e il Carnevale

Venezia e il Carnevale

I colori brillanti, la magnificenza dei tessuti e delle maschere, hanno reso il Carnevale di Venezia uno dei più famosi e sontuosi al mondo. Un evento, esempio della creatività e dello stile italiano, che ogni anno attira turisti da ogni dove per assistere alla spettacolare sfilata.

Le origini del Carnevale risalgono all’ XI secolo, quando le oligarchie veneziane concessero alla popolazione un periodo di festeggiamenti durante il quale i cittadini potevano indossare maschere e costumi, celando così la propria identità e ogni appartenenza a classi sociali. Nel 1296 la Serenissima dichiarò festivo il giorno precedente la Quaresima, ufficializzando il Carnevale come festa pubblica. Da quel momento, nella città sorsero scuole e botteghe specializzate nella produzione di maschere e costumi.

 

 

Venezia, “porta d’Oriente”

Il rapporto millenario con l’Oriente ha arricchito la cultura e l’arte veneziana, creando un museo a cielo aperto. Tra così tante bellezze, è difficile orientarsi. Ecco perciò, i nostri consigli di visita.

• Simbolo indiscusso della città, la Basilica di San Marco conserva tesori inestimabili. Tra questi, le raffinate decorazioni musive, che secolo dopo secolo catturano l’ammirazione dei visitatori.

• Residenza millenaria del doge, Palazzo Ducale è un capolavoro del gotico veneziano. Oggi sede del Museo Civico, il palazzo ospita opere d’arte dei più importanti artisti italiani del Rinascimento.

• L’acqua è il miglior punto di osservazione della città. Una gita in battello dunque, lungo il Canal Grande, offre una vista unica sui ricchi palazzi costruiti in stile gotico veneziano.

• Il Ponte di Rialto e il mercato del quartiere omonimo, sono una tappa obbligata per vivere la tradizionale atmosfera veneziana, e assaggiare i piatti tipici.

• Oltre a tesori di arte antica, Venezia ospita capolavori dell’arte moderna e contemporanea raccolti nella raffinata collezione del Museo Peggy Guggenheim.