bottaro_world_map.png

Please, select your language

BWR - Recupero e riciclo

X System 2: l’alternativa semplice e low-cost ai carrelli delle presse

Progettato insieme ai nostri clienti

Xsystem 2® è il sistema progettato dai tecnici di Bottaro in collaborazione con clienti selezionati che hanno accettato di testare i prodotti che abbiamo realizzato e verificare il corretto funzionamento delle fasi di logistica ad essi applicati. Bottaro ha eseguito una lunga ricerca e ha valutato differenti metodi di lavoro, confrontandosi con autorevoli manager e responsabili di reparto fino a quando è stato costruito lo straordinario metodo di confezionamento da nome Xsystem 2®. Oggi è possibile rendere stabile la bobina durante il trasporto, sostituendo comodamente lo svolgitore. Grazie a questa innovazione è stato possibile risolvere e semplificare tutti gli inconvenienti per quanto riguarda trasporto, sicurezza e ottimizzazione produttiva. Di seguito vi specifichiamo lo scopo di questo nuovo approccio al lavoro.

Cos’è Xsystem 2®

Abbiamo creato un nuovo metodo di trasporto ed utilizzo ecosostenibile per soddisfare le aziende sensibili ai temi della sicurezza e della produttività sostenibile. In particolare, la matassa del BWR esce dai nostri impianti di lubrificazione e viene direttamente posizionata su un pallett in posizione verticale. Successivamente viene poi inserito all’interno l’Xsystem 2® con una doppia funzione: da una parte si tiene in perfetto asse il filo oliato durante il trasporto e dall’altra si dirige in modo corretto il filo verso la carrucola posizionata in verticale. Normalmente posizioniamo i prodotti a 3 metri di distanza l’uno dall’altro.

Esempi di applicazione

Dove sono l’utilità e la convenienza?

Questo innovativo sistema costruito da Bottaro annulla completamente i costi di modifica degli impianti, permettendo di smantellare la vecchia struttura e rendendo rapide e sicure le operazioni di sostituzione della matassa. Si possono quindi dimenticare le vecchie movimentazioni con i carrelli elevatori che comportavano possibili urti alle strutture ed alle presse insieme all’inutile consumo di carburante dei carrelli a gasolio. Con Xsystem 2® è possibile quindi ottimizzare i tempi nei vostri reparti, rispettando le severe norme antinfortunistiche imposte all’interno delle aziende e semplificando così la quotidianità lavorativa.

Clima e riciclo: facciamo il punto

Negli primi mesi del 2019 sono state organizzate numerose manifestazioni studentesche ed eventi a tema, in italia e nel mondo, con lo scopo di sensibilizzare i governi in merito alla questione del riscaldamento globale al fine di porre nuove regole per la salvaguardia del pianeta.

La società Bottaro è da sempre a stretto contatto con gli operatori e le associazioni del riciclo poiché fornisce un prodotto consumabile senza il quale non si potrebbe imballare il materiale pressato (carta, cartone, plastica, rifiuti ecc.).

Iniziative e conferenze  

Ambiente e clima sono uno dei temi trattati dal G7 e tutte le associazioni di settore si stanno muovendo per affrontare l’argomento e trovare accordi con i governi. Ecco alcuni articoli e iniziative selezionate

Comieco (Italia): il mese del riciclo organizzato
La carta ha sette vite come i gatti. Eppure, ogni volta che li separa, il cittadino fa un atto di fede perché su ciò che accade dopo c’è poca consapevolezza.
Info evento e attività

Federec (Francia): parte il comitato strategico di filiera
Lo Stato e le aziende hanno firmato questo venerdì, un contratto che mira a rimuovere gli ostacoli allo sviluppo del riciclaggio dei rifiuti. Si impegnano a lavorare su sei “progetti di strutturazione”, corrispondenti alle sei principali sfide del settore. Ma le aziende chiedono “un quadro economico e normativo favorevole”.
Articolo completo

Waste Expo 2019 (USA): Conferenze sul riciclo e compostaggio di prodotti organici
Il recupero e l’elaborazione di prodotti organici è un settore in crescita che offre innumerevoli opportunità per aumentare i tassi di recupero complessivi, producendo al contempo compost di alta qualità e prodotti di energia rinnovabile.
Info evento e attività

 

VBS (Germania): Bayerischen Klima Allianz

Il VBS è il 29 ° partner della “Bayerischen Klima Allianz”. La collaborazione tra il VBS e Bayerischen Klima Allianz è suggellata in una “Dichiarazione congiunta sulla cooperazione per la protezione del clima”, che è stata accordata individualmente con il governo dello Stato bavarese.
Info evento e attività

In che modo Bottaro si rende parte attiva di questo processo?

Ottimizzando gli sprechi, utilizzando energia pulita per gli impianti, utilizzando olio biodegradabile non dannoso per l’ambiente e attraverso il reparto di Ricerca e Sviluppo che studia soluzioni a basso impatto ambientale.

Gli ultimi prodotti per il settore del riciclo sono BWR e BWR+, due prodotti capaci di coniugare performance mai viste e basso impatto ambientale. Come? Utilizzando un filo più resistente (quindi a parità di peso della balla, si utilizza meno metri di filo di ferro) e allungando i tempi di manutenzione delle presse.

Ovunque tu sia, per Bottaro sei un cliente VIP e ti assicura servizi esclusivi

1) Customer service multilingua

Gli uffici centrali di Milano e quelli localizzati nel mondo ospitano personale che comprende e parla fluidamente italiano, inglese, tedesco, francese e spagnolo ed è altamente qualificato per seguire ogni passaggio della merce spedita. Lo staff gestisce per voi le fasi che partono dall’offerta ed arrivano alla consegna del materiale nella destinazione prescelta. Su tutte le pagine del nostro sito è attivo il servizio di chat online affinché il cliente possa in ogni momento entrare in contatto con il personale e risolvere dubbi o richiedere chiarimenti in modo veloce e diretto

2) Imballaggi personalizzati

Uno dei punti di forza di Bottaro è la possibilità di una vasta scelta delle tipologie di imballaggio. Di seguito vi mostriamo alcuni esempi disponibili per specifici prodotti nei diversi mercati di destinazioni.

Pallet

Box Wire

X-System

Film estensibile

Fasci su bancale

Fasci legati

 

3) Soluzioni sicure e rapide per la logistica

Tre sono le caratteristiche che ci assicurano la leadership nel settore, ossia imballaggi personalizzati, trasporti garantiti e spedizioni tempestive. Queste tre caratteristiche sono gestite interamente da un software in grado di ottimizzare la logistica di tutto il processo di spedizione. Il nostro filo di ferro viene trasportato in treno, in camion e in nave per poter raggiungere tutte le destinazioni nella massima sicurezza e nelle modalità prescelte dal cliente grazie ad un ufficio che gestisce l’intera logistica del trasporto, dal carico delle merci alle pratiche doganali.

4) Fotografie dei carichi

Le nuove tecnologie nelle quali abbiamo investito ci hanno permesso di verificare e tracciare tutte le fasi dello spostamento delle merci. Il cliente ha inoltre la possibilità di tenere sotto controllo gli ordini effettuati grazie ad una mappatura fruibile da smartphone, laptop o tablet. Ad esempio, quando viene generata la bolla di spedizione, lo staff di Bottaro invierà in automatico all’indirizzo di posta elettronica le fotografie dei carichi al momento della spedizione. In questo modo è possibile conoscere sempre lo stato di avanzamento dell’ordine senza dover investire del tempo nella richiesta di informazioni.

Pro e contro del filo di ferro lubrificato

Parola ai tecnici delle aziende leader

Molte sono le richieste dei clienti di Bottaro sull’opportunità o meno di utilizzare questo particolare filo di ferro. Per questo motivo, Bottaro ha deciso di rendere accessibili a tutti i lettori di questo blog alcune considerazioni su questo importante tema. Abbiamo quindi scelto di dare voce a quelle note aziende italiane ed estere che sono leader da anni nel settore. Tutte si sono rese disponibili al confronto. Di seguito vi riassumiamo quanto emerso.

Quanti utilizzano il filo lubrificato?

Su oltre 6.000 tonnellate di ferro venduto, meno del 35% delle imprese richiedono il filo lubrificato e le zone dove viene maggiormente richiesto il filo oliato sono la Svizzera, la Germania e l’Austria. Questa bassa percentuale è motivata dal fatto che l’impianto produttivo funziona anche in assenza di lubrificazione. Inoltre coloro che sono abituati ad utilizzare l’olio potrebbero scegliere di installare vasche vicino alle prime carrucole per evitare di tenere in deposito materiale lubrificato. Molti recuperatori infatti utilizzano già da anni questo metodo, trasformando il reparto di lavoro in un luogo pulito. Vi invitiamo poi a riflette sul fatto che l’olio dei carrelli elevatori e delle macchine all’interno dei reparti è una voce importante nelle spese di smaltimento e può essere trasformato in una risorsa per lubricare il filo.

Perché è possibile fare a meno della lubrificazione

Molte aziende di presse sconsigliano l’utilizzo dell’olio perché ritengono sia la causa dello scioglimento del nodo di legatura. Il filo oliato infatti deve essere legato più volte, con un conseguente spreco di materiale. Per questo motivo una leggera lubrificazione è sufficiente a soddisfare la maggior parte delle esigenze e questa scelta preserva gli organi meccanici durante la fase di scorrimento e permette una legatura ottimale. Altre aziende sostengono addirittura che l’olio sia assolutamente inutile, in considerazione del fatto che i propri componenti produttivi, costituiti da metalli duri come il widia, possono durare oltre dieci anni senza subire la minima usura. Il widia e gli acciai temperati utilizzati oggi da quasi tutte le case costruttrici permettono di evitare la richiesta di filo oliato. Questo è un fattore che prendiamo sempre in considerazione al momento dell’ordine e notiamo che sempre più clienti, attenti alle performance del proprio impianto, non scelgono il filo lubrificato.

© Riproduzione riservata

Pressa da imballaggio: i motivi per scegliere le bobine da 1000kg

Tre modi per modificare la propria pressa

Per poter utilizzare bobine da 1.000 kg nel proprio impianto di produzione esistono due strade.

1) Se si dispone di un carpentiere interno, consigliamo di modificare l’altezza di posizionamento delle carrucole da 2 metri a 4 metri per rendere maggiormente fluido lo svolgimento della matassa ed evitare inceppamenti del filo a causa di una distanza insufficiente. Inoltre, consigliamo di mantenere una distanza tra le strutture di 1,2 metri e rispettare la distanza di 15 o 20 cm tra ogni rotolo. Queste misure facilitano l’apertura delle regge da confezionamento della matassa. 2) Se invece non si hanno riferimenti in azienda, consigliamo vivamente di contattare il proprio costruttore per una consulenza specifica.

Due soluzioni per chi ha problemi di spazio

Molti clienti motivano la scelta delle matasse da 500 kg per mancanza di spazio. Di seguito vi proponiamo due semplici consigli per migliorare la vostra produttività e adottare le bobine da 1.000 kg.

1) In alternativa alle strutture fisse, suggeriamo di utilizzare i carrelli mobili come mostrato nella foto qui sopra. Il sistema dei carrelli semplifica e rende più agevole e sicura la manovra di posizionamento delle nuove bobine da 1000kg.
2) Se si decide di non prendere in considerazione il sistema dei carrelli classici, consigliamo vivamente di adottare il sistema XSystem® che è mostrato nella fotografia qui sotto. L’XSystem consente di risolvere molte problematiche che vi riassumiamo di seguito:
– Il sistema è molto più stabile durante tutte le fasi di trasporto;
– Scegliere XSystem significa investire in un’alternativa economica all’opzione dello svolgitore interno della pressa, garantendo un eccellente svolgimento del filo;
– Questo sistema è utilizzato insieme al pallet, permettendo di movimentare la bobina senza intaccare il filo di ferro con le pinze ed evitando disassamenti ed eventuali abrasioni del materiale.

BWR, il filo migliore per le presse da imballaggio

La maggior parte dei clienti richiede ai costruttori di presse impianti che siano versatili, performanti ed in grado di imballare materiali come plastica, carta, biomasse, CDR ed altro. Il filo di ferro, prodotto consumabile per eccellenza dei recuperatori, deve continuamente essere aggiornato e migliorato per rimanere al passo con la tecnologica di questi impianti. Il cliente che sceglie il filo di ferro BWR dimostra di essere consapevole di una certezza di cui andiamo fieri: il BWR è l’unico filo di ferro al mondo studiato appositamente per massimizzare la produttività delle presse da imballaggio. Clicca qui per scoprire cos’è il BWR.

© Riproduzione riservata